Birrificio RudeBoy

Il birrificio Rudeboy nasce nel 2008 a Buonabitacolo, paese situato nel Vallo di Diano, da qui l’omonimo” birrificio del vallo”, essendo il primo e unico produttore di birra artigianale del luogo.
 "Rudeboy" è un'espressione nata in seno allo slang giamaicano, letteralmente significa "ragazzo rude" (o "ragazzo grezzo", da intendersi anche come ragazzo di strada). Il culto rudeboy è per definizione sostenitore della tipica musica giamaicana, ovvero ska, rocksteady e reggae.

 

Le aspettative e l’impegno sono forti anche se l’approccio non è quello che si sperava, le difficoltà oggettive, l'inventarsi un'attività completamente ex novo e l'impatto che questa poteva avere su un territorio non proprio apertissimo alle novità dirompenti. Eppure Domenico Lapenta, titolare del Birrificio Rudeboy di Buonabitacolo, sostenuto dal fratello e da una passione sincera, ce l'ha fatta ed ha deciso di investire su se stesso e sui propri sogni, partendo da subito con un impianto proprio di 7 Hl e tre tipologie di birra. Sfidando la sorte, il mastro birraio decide d’identificare i suoi prodotti alla zona chiamando la sua prima birra Bussentina come la strada statale che attraversa il vallo di Diano, e usando come logo l’aquila che niente ha a che fare con scopi politici, ma richiama la fauna tipica locale.

Come le persone sono influenzate dall’ambiente che li circonda cosi anche le birre, prendono la propria “personalità” non solo dall’ambiente, ma riflettono il carattere di chi le ha create. La nostra linea di prodotti si mantiene incontaminata dalle tendenze di mercato e fedeli alla tradizione birraia. Le birre sono prodotte con materia  prima di alta qualità, rifermentate con mosto senza aggiunta di zuccheri, non sono filtrate o pastorizzate.

In primo Piano

Bussentina
5,00€
Carpe diem
7,00€
Rudeboy
7,00€
Sant' Andrea
6,00€